Cd-Rom "Il Gruppo delle Panie"

"Il Gruppo delle Panie" di Luca e Paolo Moriconi. Per saperne di più...cliccare sulla foto della copertina.
Banner

Cd-Rom " Le Apuane Meridionali"

Cd-Rom "Le Apuane Meridionali" di Luca e Paolo Moriconi. Per saperne di più...cliccare sulla foto della copertina.
Banner

 

Cava dell’Uccelliera (Seravezza)


Via “La lunga Spaccata"

Alessandro Galeffi e Marco Merlini, 22 maggio 2020

Sviluppo della via: 30 m. (con la corda da 60 in doppia o moulinette si arriva precisi a terra).

Difficoltà massima: 5c, complessivamente quarto/quinto grado.


La via è chiodata a fix, perlopiù ravvicinati.


Data la presenza di vecchi fori da cavatore, le protezioni

 

sono eventualmente integrabili con chiodi contrapposti


(un chiodo a U morbido e un universale in

 

opposizione dentro lo stesso buco).


Materiale:


una corda almeno da 60 m, 15 rinvii


(se si vuole integrare: martello, chiodi e altri rinvii).

 

Inutili friends e nuts.


Accesso


Provenendo da Pietrasanta o dal Forte dei Marmi in direzione


Seravezza, appena passato il ponte di ferro all’ingresso del paese


si prende a destra e dopo una cinquantina di metri si imbocca la via

 

Uccelliera (è la strada privata che sale sulla sinistra).


La strada va percorsa sino all’imbocco del

 

SAV (Sentiero Alta Versilia), che conduce alla località Castello.



È il medesimo percorso che in 15 minuti conduce alla falesia


“Il Secondo”, ma nel nostro caso va

 

seguito solo per 200 metri circa: si supera immediatamente


una prima cava abbandonata sulla sinistra,


si prosegue e in breve si perviene a una seconda vecchia cava.


Vi si entra e ci si dirige in fondo,

 

fino a salire su massi in un’area ripulita nel settore di cava che delimita faccia frontale a chi

 

arriva dalla faccia laterale sinistra.


La via è situata in quella specie di mezzo budello semicircolare

 

che dalla base giunge sino alla cima delle pareti di cava.


Relazione


La via si sviluppa in una sola lunghezza, partendo in spaccata


per girare verso destra dopo pochi metri (muro nerastro)


e tornare infine a salire in spaccata all’altezza di un primo grande buco.


Un secondo grande buco è visibile a otto-dieci metri dalla sommità

 

(anche qui abbiamo scelto di passare sulla destra per poi tornare in posizione frontale.


Lungo la via sono presenti 14 fix.


Inoltre in una clessidra passa un cordino. Infine, le protezioni

 

sono integrabili


Discesa


La sosta, sulla destra, è provvista di due fix,

 

catena e schiavo di calata.


Note


L’area della cava si presta alla realizzazione

 

di numerosi monotiri.

 

Non sarebbe niente male se ci fosse chi intende concorrere.

 

Palestrina del Castello: "Il Secondo"

 

 

1 SANGUISUGHE 7a   18 m

2 CI PENSERÒ DOMANI 5c+ 25 m

3 BASTA DI BE’ 5c 23 m

4 H ICI  6a  24 m

5 IO BALLO DA SOLO 6b 23 m

6 TANGO 6a+  22 m

7 C   CUORE  5c+  20 m

8 AUTOEROTISMO 5a  25 m roccia friabile

9 LODE A MILONE  5c 22 m

10 ANCORE TU  5c  23 m

11 AESSERE DONNA OGGI  6 a+   23 m

12 AVERE DONNA DOMANI  6b  23 m

13 CARLO E LUISA  5b 18 m

14 IL RICCIO  5a  18 m

15 TONDINO  6a 23 m

16 RIMMEL 6a+  22 m

 

Le vie 1, 2, 3, 5, 7, 8, 9, 10, 11, 13, 14, 15 e 16

sono state chiodate da Alessandro Bertagna.

Le vie 4, 6 e 12 sono state chiodate da Alessandro Galeffi e Marco Merlini.


Seguendo il sentiero verso l’Uccelliera,


300 metri prima della strada asfaltata si trova la via

 

“La Lunga Spaccata” (Alessandro Galeffi - Marco Merlini).

 

Cava dell'Uccelliera - Seravezza

 

La Lunga Spaccata - Seravezza

 

Cava dell'Uccelliera - Seravezza

 

Foto e testo di Marco Merlini

 
 

Cd-Rom "Apuane Settentrionali"

E' in vendita il nuovo Cd-Rom Apuane Settentrionali
Banner

Web Cam Rifugio Enrico Rossi alla Pania

Banner